Marchino il santo inquisitore

  • Nel 2000 è stato condannato in sede civile,[82][83] dopo essere stato citato in giudizio da Cesare Previti a causa di un articolo in cui Travaglio ha definito Previti «un indagato» suL’Indipendente, Previti era effettivamente indagato ma a causa dell’impossibilità da parte dell’avvocato del giornale di presentare le prove in difesa di Travaglio in quanto il legale non era retribuito, il giornalista fu obbligato al risarcimento del danno quantificato in 79 milioni di lire.[84][85]
  • Il 4 giugno 2004 è stato condannato dal Tribunale di Roma in sede civile a un totale di 85.000 euro (più 31.000 euro di spese processuali) per un errore contenuto nel libro «La Repubblica delle banane» scritto assieme a Peter Gomez e pubblicato nel 2001; in esso, a pagina 537, si attribuiva erroneamente all’allora neo-parlamentare di Forza Italia Giuseppe Fallica una condanna per false fatture che aveva invece colpito un omonimo funzionario di Publitalia. L’errore era poi stato trasposto anche su L’Espressoil Venerdì di Repubblica e La Rinascita della Sinistra, per cui la condanna in solido, oltreché la Editori Riuniti, è stata estesa anche al gruppo Editoriale L’Espresso. Nel 2009, dopo il ricorso in appello, la pena è stata ridotta a 15.000 euro.[86]
  • Il 5 aprile 2005 è stato condannato dal Tribunale di Roma in sede civile, assieme all’allora direttore dell’Unità Furio Colombo, al pagamento di 12.000 euro più 4.000 di spese processuali aFedele Confalonieri (Mediaset) dopo averne associato il nome ad alcune indagini per ricettazione e riciclaggio, reati per i quali, invece, non era risultato inquisito.[87]
  • Il 20 febbraio 2008 il Tribunale di Torino in sede civile lo ha condannato a risarcire Fedele Confalonieri e Mediaset con 26 000 euro, a causa di una critica ritenuta «eccessiva» nell’articolo“Piazzale Loreto? Magari”[88] pubblicato nella rubrica Uliwood Party su l’Unità il 16 luglio 2006.[89]
  • Nel giugno 2008 è stato condannato dal Tribunale di Roma in sede civile, assieme al direttore dell’Unità Antonio Padellaro e a Nuova Iniziativa Editoriale, al pagamento di 12.000 euro più 6.000 di spese processuali per aver descritto la giornalista del TG1 Susanna Petruni come personaggio servile verso il potere e parziale nei suoi resoconti politici: «La pubblicazione», si leggeva nella sentenza, «difetta del requisito della continenza espressiva e pertanto ha contenuto diffamatorio».[87]
  • Il 21 ottobre 2009 è stato condannato in Cassazione (Terza sezione civile, sentenza 22190) al risarcimento di 5.000 euro nei confronti del giudice Filippo Verde che era stato definito «più volte inquisito e condannato» nel libro Il manuale del perfetto inquisito, affermazioni giudicate diffamatorie dalla Corte in quanto riferite «in maniera incompleta e sostanzialmente alterata» visto il «mancato riferimento alla sentenza di prescrizione o, comunque, la mancata puntualizzazione del carattere non definitivo della sentenza di condanna, suscitando nel lettore l’idea che la condanna fosse definitiva (se non addirittura l’idea di una pluralità di condanne)».[90]
  • Il 18 giugno 2010 è stato condannato[91] dal Tribunale di Torino – VII sezione civile – a risarcire 16.000 € al Presidente del Senato Renato Schifani (che aveva chiesto un risarcimento di 1.750.000 €) per diffamazione avendo evocato la metafora del lombrico e della muffa a Che tempo che fa il 10 maggio 2008. Il Tribunale ha invece ritenuto che le richieste di chiarimenti, da parte di Travaglio, circa i rapporti di Schifani con esponenti della mafia siciliana rientrino nel diritto di cronaca, nel diritto di critica e nel diritto di satira.[92]
  • L’11 ottobre 2010 Travaglio è stato condannato in sede civile per diffamazione dal Tribunale di Marsala, per aver dato del figlioccio di un boss all’assessore regionale siciliano David Costa, arrestato con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa e successivamente assolto in appello. Travaglio è stato condannato a pagare 15.000€[93].

direi che di condanne se ne intende……….

Annunci

Fine Estate

Ed eccoci qua,fine estate,i parlamentari grillini stanno allegramente litigando con i giornalisti amici, Crimi-Scanzi, una rissa fra fini intellettuali.Ammetto di aver malignamente pensato che la bella Otero del giornalismo italico si preparasse  l’uscita con il paracadute se le cose andassero male per Grillo. Notoriamente sappiamo che l’italica informazione non è libera, infatti regolarmente i giornalisti non allineati come i vari Scanzi, Travaglio, etc…..vengono vilmente frustati sulla pubblica piazza un giorno sì e l’altro pure. In effetti solo chi scrive contro il pdl e contro il movimento rischia la vita. Giornali come Repubblica ,l’Unità ,Corriere della Sera vengono stampati e venduti a costo della vita, e non parliamo poi del sacro blog, chi scrive lì viene regolarmente mitragliato dai servizi segreti, a vostra scelta, son costretti a nascondersi,ammetto che dopo aver letto l’analisi politica di ieri di Massimo Fini sulla Siria pensavo che andasse a nascondersi per la vergogna ,ma era una mia speranza. Ora per tornare ai nostri cari deputati stellati aspettiamo con ansia i due nuovi portavoce, riusciranno a farci ridere ancora? In compenso l’indimenticato duo Lombardi-Crimi continua a dare il meglio di sè,stanno appanando il ricordo di Toto e Peppino…..Oggi il presidente Napolitano ha dato loro una forte delusione non facendo Berlusconi senatore a vita, per cui gli insulti non sono venuti troppo bene, per i quattro senatori invece sono in arrivo appena scoprono chi sono e cosa hanno fatto.Rinforzati dalle loro vacanze ,che la Boldrini ha crudelmente interrotto per un giorno,penso che assisteremo ad un autunno veramente caldo, non per una guerra civile nel paese, ma per la notte delle stelle cadenti accompagnate da coltellate e cazzotti. A riveder la rissa, signori…….

 
 
 Ha ragione Serra, ma questo è anche il paese dove la storia della sinistra è bella senza peccato, senza errori, vogliamo smetterla di accusare una sola parte di cecità? Ammettiamo che questo è un paese di orbi, di gente che continua a rimpiangere il comunismo senza ammettere che ha fallito ed in maniera clamorosa. La caduta del muro se la ricorda qualcuno? Se la risposta è che l’idea è giusta ma è stata l’applicazione ad essere sbagliata, è dimostrazione di malafede……………
 
    
 
 
Digita i nomi da taggare:
Digita un nome
 
 
Trascina gli angoli del riquadro qui sopra per ritagliare la foto. Ritaglio completato | Annulla
Salvataggio della tua nuova immagine del profilo in corso

“Rimetto ai lettori il problema: se non è pazzia, cos’è questa diffusa e allucinata negazione della realtà?” http://larep.it/1dbsOyJ

 
Mi piace · · Condividi · 52 minuti fa

 
 
Aggiungi ai programmi TV

Mostra tutto

Aggiungi ai programmi TV

Sono stanca di leggere le amenità grilline, gente che passa il tempo a discutere  su fb, convinti di essere detentori della salvezza della patria italica. Se non sei in sintonia con loro volano insulti, sei del pd , del pdl, sei un venduto, un ladro. un parassita etc…… Se poi osi dire che Beppe ti ricorda Benito ed Adolfo volano mitragliate d’insulti.Tutti questi signori dov’erano nei ventanni precedenti? Se non erro Grillo richiese la tessera del pd, Casaleggio si presentò per Forza Italia; cos’è quest’odio verso i vecchi amori,la rabbia del tradimento? Entrambi hanno fallito ed ora è vendetta. Purtroppo per noi hanno trovato terreno fertile, tutti quelli che sperano nel miracolo senza fatica, tutti quelli che vedono i difetti altrui ma non i propri, tutti quelli che non capiscono che la politica è accordo, scambio d’idee, volendo anche litigi, ma mai insulto. Conosco persone che sono state pesantemente insultate da gente che neanche li conosceva, questo che piaccia o meno è squadrismo da tastiera, sono fascisti dentro. Possono raccontare tutte le favole che vogliono ma non sono in grado di confrontarsi. Preferisco litigare con tutta la sinistra, almeno avrò delle risposte logiche, posso chiedere spiegazioni al pdl, litigando, ma anche qui cercheranno di rispondere. Indubbiamente da entrambe le parti ci sono gli utili idioti, quelli che offendono e basta, ma con la maggioranza si parla. Con il movimento no, loro sono onesti, loro hanno sempre ragione ( del resto lo disse Starace del duce). Se gli fai notare che vanno in Israele convinti di essere in Palestina ,la risposta è che loro vanno gli altri no, stanno immersi nelle loro ricchezze ( risposta che ho avuto) per cui loro sono santi anche se non sanno un piffero della situazione mediorientale. Con questa gente non si riesce a parlare, riescono solo a mandarti fuori dalla grazia di Dio, il,problema è che ne abbiamo un nutrito gruppo in parlamento, non fanno un emerito bip…però postano stupidaggini a iosa, e gli imbecilli fascisti da tastiera li osannano. A parte le frasi idiote stile “Ale sei tutti noi” “Ragazzi faremo la rivoluzione” e la ormai famosa “A riveder le stelle”, che qualche intellettuale pensava fosse del padrone e non di Dante, cosa hanno fatto? Niente,assolutamente niente. Non fanno neanche opposizione, al limite litigano per la diaria e per gli scontrini persi, urlano se devono tornare in aula ad agosto, non hanno capito che vengono pagati e bene per presentarsi, e s’incacchiano se qualche onorevole li fotografa mentre giocano sul pc.  Scusate ma che abbiamo fatto di male per meritare tutti questi imbecilli?