Peste Rossa

Immagine                                                        Cosa si può dire ad un uomo che fa delle parole dell’inno delle SS un mantra? Che usa Primo Levi senza rispetto, che dice di essere oltre, oltre cosa? Oltre la vergogna di essere un omuncolo, oltre l’approfittarsi della stupidità assoluta dei suoi adoratori. Se i vari Di Maio, Di Battista e compagnia avessero un minimo di dignità  si ribellerebbero alle parole vergognose del guru, ma per della gente che ha trovato un lavoro ben pagato, da noi, non mi aspetto niente. Sappia solo quell’omuncolo che ci sono quelli come me, che non hanno la peste rossa, ma che sempre difenderanno il diritto di averla o di prenderla. La mia libertà e quella di tutti  non me la porterà via un SS di ritorno, ed i giornalisti genuflessi di fronte a lui non parlino di libertà, sono servi e ben contenti di esserlo. I servi della gleba nascevano servi e alcune volte si ribellavano, loro no si son fatti volontariamente servi e son peggio del padrone.Non voglio lezioni di democrazia da questa gente, che ha sdoganato  idee omicide, che ha fatto dell’insulto l’unica forma di scontro politico. Immaginarli al potere mi fa rabbrividire, ucciderebbero il nemico senza se e senza ma. No grazie, non siete uomini ma nazisti, e con voi non si ragiona, vi si può solo combattere.